Stai valutando una soluzione abitativa di proprietà, personalizzata, prestazionale e dal costo contenuto?

Hai già visto le offerte immobiliari di nuove abitazioni ma ti sembrano ancora piuttosto costose, già in avanzato stato di realizzazione e non più adeguatamente modificabili secondo le tue esigenze, ovvero ti vengono formulate proposte di acquisto sulla carta con tempi e rischi connessi alla realizzazione che non ti lasciano del tutto tranquillo?

Detrazioni per ristrutturazioni 2018

Se ti riconosci in tali condizioni forse faresti bene a prendere in considerazione la possibilità di acquistare un immobile, anche in pessime condizioni e perciò con un conveniente prezzo di partenza, da ristrutturare anche con interventi molto importanti, che potrebbero riservarti inaspettate e positive sorprese!

Le vigenti leggi fiscali, infatti, ti vengono incontro con molto favore ma non ancora per molto nella stessa conveniente misura!

Infatti la legge d’imposta sull’IRPEF fin dal 1986 ha previsto che i lavori di ristrutturazione edilizia possano essere portati in detrazione dalla dichiarazione dei redditi nella misura del 36% dell’importo massimo di 48.000 euro, in dieci rate annuali di pari importo.

Attenzione però. Dal 2012 e fino al 31 dicembre 2018, salvo improbabili proroghe viste le correnti contingenze di politica finanziaria pubblica, questi limiti sono elevati al 50% della spesa massima ammissibile di 96.000 euro.

Ciò vuol dire che se ristrutturi la tua abitazione, già di proprietà o appena acquistata, puoi ottenere la restituzione dallo stato di ben 48.000 euro in dieci rate di 4.800 euro, a fronte di una spesa anticipata di 96.000 euro, che ti verranno scalate o rimborsate direttamente in sede di definizione annuale della tua dichiarazione dei redditi.

 

ristrutturazione-detrazioni-2018

 

Per la corretta attribuzione dell’agevolazione vige il criterio di cassa; pertanto anche se non dovessi aver terminato entro il 31/12/2018 tutti i lavori, la detrazione spetta sulle somme comunque effettivamente corrisposte, anche a titolo di anticipo e/o stato di avanzamento.

Il pagamento dovrà avvenire esclusivamente con modalità tracciate, preferibilmente con il particolare bonifico bancario specificatamente impostato dagli Istituti di Credito che consente all’Agenzia delle Entrate la diretta presa in carico dell’agevolazione anche ai fini delle auspicate semplificazioni nella presentazione della dichiarazione dei redditi.


Cosa aspetti? Approfittane e contattaci per la ristrutturazione del tuo appartamento o villa; se hai necessità di una ristrutturazione parziale, possiamo occuparci anche solo della cucina o della ristrutturazione del bagno, così come di qualsiasi altro ambiente.



contattaci per un sopralluogo

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.