Opere edili di rifacimento, di ristrutturazione e nuove costruzioni richiedono modalità d’intervento e tempistiche ben precise. Inoltre il lavoro può avere prezzi molto diversi in relazione a numerose variabili. Per evitare di trovare una brutta sorpresa sul conto finale è sempre opportuno far redigere dall’impresa un documento specifico con una previsione e una rendicontazione chiara di tutte le voci di spesa. Ecco 5 motivi per farsi consegnare il preventivo per un lavoro edile.

La buona progettazione dei lavori


Prima di occuparsi del cantiere e di passare alla fase operativa occorre dedicarsi alla progettualità. La parti concordano le modalità di intervento e condividono un piano preciso per portare a termine i lavori come desiderato. Si può seguire lo spunto di un lavoro già svolto oppure si può procedere da zero in base alle preferenze e al gusto personale. L’esperienza è un fattore che può essere determinante per prevedere con largo anticipo tutti i possibili imprevisti superando agevolmente le criticità. Il preventivo è parte integrante della progettualità e non è soltanto un generico conteggio di spese.

Il preventivo è un impegno ufficiale
La preventivazione in edilizia va sempre richiesta, anche se si tratta di un piccolissimo lavoro come una parete divisoria. Infatti la ditta mette nero su bianco i propri impegni e sottoscrive un documento che peraltro ha anche valore legale. Nel caso in cui gli impegni non vengano rispettati il cliente ha il diritto di chiedere rimborsi o di pretendere che l’opera venga portata a termine come stabilito senza oneri aggiuntivi non calcolati. L’idraulico che deve posare le tubazioni rompendo le piastrelle non è un alibi per rincarare il prezzo. Se l’opera è stata acquistata con la formula chiavi in mano l’ambiente deve essere consegnato per essere immediatamente utilizzato.

Tempi certi di consegna del lavoro
Tra gli impegni che assume l’azienda nei confronti del committente c’è quello della tempistica. Una ditta edile può avere problemi ad effettuare lavori all’esterno a causa di una semplicissima situazione di maltempo perfettamente normale dovuta alla stagionalità. Perciò occorre una visione complessiva in grado di prevedere quale sarà lo svolgimento dell’opera.

Conteggio preventivo della manodopera
Le ore di manodopera sono il classico strumento con cui vengono gonfiati i prezzi da coloro che si comportano non correttamente con i propri clienti pretendendo cifre non dovute. Per evitare che ciò accada farsi consegnare il preventivo è la migliore contromisura. La voce di spesa relativa alla manodopera deve però essere indicata con chiarezza riportando il numero di ore necessarie e l’importo.

Preventivo ed allegati: a cosa fare attenzione
Se è vero che il preventivo è importantissimo perché è un documento ufficiale, è altrettanto vero che bisogna farselo consegnare correttamente. L’atto deve contenere le voci di spesa ma anche e soprattutto la firma e il timbro dell’azienda che lo rilascia.

Per esempio nelle grandi imprese ci sono uffici commerciali che accolgono il potenziale cliente, parlano del lavoro da fare e mettono subito su carta la preventivazione seguendo prassi consolidate. Ricorrendo invece ad imprese di minori dimensioni può succedere che il muratore si improvvisi matematico prospettando grandi risparmi ed accorgendosi in corso d’opera di non aver conteggiato il costo per il noleggio delle attrezzature, per la consegna dei materiali ed altri costi non considerati. Bisogna leggere attentamente anche gli allegati che potrebbero contenere cifre aggiuntive per consulenza, assistenza, garanzie e certificazioni di conformità degli impianti elettrici e termoidraulici.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.